Neve fin sulle spiagge nel Salento dopo l'irruzione Polare dell'Epifania

L’irruzione Polare dell’Epifania ha portato il gelo anche sul Nord Ovest italiano. Sabato 7 Gennaio la giornata più fredda. ALTRO GELO ANCHE IL 9 MATTINA

Continua la fase di gelo intenso su gran parte d’Europa con gelo estremo anche in Italia, soprattutto sulle nostre regioni Meridionali dove cadono continuamente, record storici di freddo.

Domenica mattina NAPOLI ha superato il proprio record storico di freddo di -5.6° registrato nel Gennaio 1981 con l’attuale -5.7°.
LAMEZIA TERME nella Calabria Tirrenica, ha superato il proprio record storico di freddo di -4.6° registrato nel Gennaio1980 con l’attuale record di -4.9°, ma sono molte altre le località minori che hanno superato il record di gelo del millennio con giornate di ghiaccio (con temperature massime inferiore allo zero in pieno giorno) soprattutto nel Salento dove la neve è arrivata abbondante fin sulle spiagge.

Il record di freddo a inizio mese in Europeo per ora è stato di -48.4°C ma diverse località dell’estremo Nord Russo Europeo sono scese fino a -40°C con la città di Arcangelo, che sorge sulla foce della Dvina Settentrionale, che ha toccato i -41.3°C (il suo record di freddo è di -45.2°C registrato nel 1885). Anche Mosca è al gelo con -26°C ma sotto i -20 sono scese anche Stoccolma ed Helsinki. In questi ultimi giorni però sono Bulgaria e Romania ma i Carpazi in genere, a registrare le criticità maggiori per gelo estremo con bufere di neve continue mentre bufere di neve hanno interessato anche la Grecia ed ancora una volta pure la Turchia.

Tra oggi e domani la massa gelida dei Carpazi inizierà a retrocedere verso i Balcani e l’Adriatico riportando nuovo gelo sull’Italia e soprattutto sul nostro Centro-Adriatico e Sud in genere. Il gelo andrà aumentando anche al Nord dove stamattina si sono registrati nuovamente diffusi valori attorno ai -9 con punte a -10°C e record di freddo nuovamente attorno ai -11°C.

Domani una massa umida e meno fredda giungerà da Nord Ovest portando nevicate da sovrascorrimento di aria umida su aria fredda al Nord Italia e poi al Centro-Sud. Alcuni modelli indicano neve certa fino al piano ovunque in Piemonte, altri modelli indicano neve domani pomeriggio, fitta sul Cuneese, leggera ma ovunque altrove, altri modelli ancora invece indicano fiocchettate leggere sui rilievi e nulla al piano. L’incertezza regna sovrana. Di certo altra abbondante neve arriverà al Centro-Sud ed altro gelo è atteso proprio là dove il gelo è già presente con la neve.

Sole splendente ma gelo anche diurno presso la Diga di Masserano (Biella)

Ecco i valori minimi più bassi registrati in Piemonte in località vallive o pianeggianti il giorno 7 Gennaio

  • -12.6°C al Sassello-SV il 7/1
  • -11.7 a Castell’Alfero di Asti sul Tanaro
  • -10.8 a Varallo Pombia-NO
  • -10.7 a Nizza Monferrato-AL
  • -10.4 a San Damiano Borbore-AT
  • -10.3 a Trivero Ponzone sul Torrente Ponzone
  • -10.2 a Front Canavese sul Torrente Malone e a Pralormo
  • -10.1 a Govone-CN, Mallare-SV, Mombaldone-AT
  • -10.0 a Pray Biellese a 409 mt sul Torrente Sessera

Diverse località hanno sfiorato i 10°C con minima compresa tra -9 e -9.9°C

  • -9.9°C a Masserano San Giacomo in Baraggia Biellese, Asti, Montechiaro d’Asti e a Saliceto Bergalli-CN
  • -9.7 a Cairo Montenotte a valle a 388 mt (-10.8 a 564 mt), Ceva-CN e Baldissero d’Alba-CN
  • -9.6 a Verolengo-TO
  • -9.4 a Carrù-CN




Ecco i valori minimi registrati in Piemonte in località vallive o pianeggianti il giorno 9 Gennaio

  • -11.5°C a Castell’Alfero-AT
  • -11.3 al Sassello-SV
  • -10.6 a Varallo Pombia-NO
  • -10.2 a Calizzano-SV
  • -10.1 a Nizza Monferrato-AL, a San Damiano Borbore-AT
  • -10.0 a Masserano San Giacomo-BI, a Front Canavese-TO

Molte le località che hanno registrato minime comprese tra -9 e -9.9°C. Eccole:

  • -9.8 Pray Biellese, Trivero Ponzone, Asti e Montechiaro d’Asti
  • -9.7 Borgomanero-NO, Caluso-TO, 9.7 Pralormo-TO
  • -9.5 Govone-GE
  • -9.4 Massazza-BI, Cabella Ligure-AL
  • -9.3 Cameri-NO
  • -9.1 Verolengo-TO, Baldissero d’Alba-CN
  • -9.0 Venaria La Mandria-TO, Albano Vercellese-VC

Oggi il gelo e la neve continueranno ad insistere sul nostro Centro-Sud italia. Sull’Appennino Abruzzese-Molisano la neve superera i 2 metri d’altezza in molte località interne montane regalando altre immagini come quella dell’Epifania giunta da Pescostanzo in provincia dell’Aquila.

Pescocostanzo (L’Aquila) Cumuli di neve creati dalla Bufera dell’Epifania (06.01.2017). Fonte foto Facebook: Riccardo Magrini