Come nelle aspettative, Gennaio 2017 è stato marcatamente siccitoso. Analisi Climatica del  Piemonte e Nord Ovest italiano

Quanto e dove è piovuto o nevicato e quanto caldo o freddo ha fatto

Poca pioggia, davvero molto poca, è caduta in Piemonte, ma anche nel resto del Nord Ovest italiano, durante quello che, statisticamente è il mese più siccitoso dell’anno.

Quest’anno però la siccità non si è limitata alle sole aree pianeggianti e collinari che, spesso in inverno risentono di effetti Favonici dovuti alla presenza della barriera alpina lungo le traiettorie dei Fronti Freddi Nord Atlantici, ma si è presentata anche in molte aree montane, solitamente interessate dalle nevicate pur in presenza di venti Favonici.

La siccità maggiore dalle Lepontine/Retiche verso Est tra Lombardia Nord Orientale-Trentino e Veneto, minore in Piemonte e Val d’Aosta dove, quasi in extremis si è pure avuta qualche discreta nevicata tra Val d’Aosta, Torinese Occidentale ed Ossola. Le aspettative erano tante, si è parlato più volte di una importante nevicata in arrivo fino al piano a metà mese ma poi le nevicate sono giunte molto ridotte rispettto a quanto inizialmente prospettato, in alcuni casi poi è addirittura arrivata aria mite Oceanica che, sovrapposta ad aria più fredda lantente nei bassi strati atmosferici, ha dato origine a piogge congelantisi al suolo creando leggeri strati di ghiaccio vivo che hanno reso davvero complicata la viabilità su molte strade del Piemonte Settentrionale e Lombardia.

Le poche giornate con precipitazioni degne di nota, sono state tra il 12 ed il 13 di Gennaio e qualche ulteriore debolissima precipitazione si è avuta il 28 con neve abbondante in Val d’Aosta dove in città si sono raggiunti e superati, per la prima volta da inizio inverno, i 30 cm.

Soltanto l’Ossola-alto Toce ed il Torinese Occidentale hanno avuto precipitazioni degne di nota tra il 12 ed il 13 di Gennaio con precipitazioni sull’ordine dei 10/40 millimetri.

ANOMALIE PLUVIOMETRICHE DI GENNAIO 2017

Il mese di Gennaio 2017 si chiude ad Oropa (Biella) con un totale di soli 5.0 mm. Accumulo davvero scarso, per non dire del tutto irrisorio ma, non è la prima volta che succede che nel mese invernale per eccellenza, si abbiano accumuli di pioggia davvero molto bassi e persino inferiori ad 1 millimetro.

 

I mesi di Gennaio più secchi in assoluto ad Oropa sono stati:

  1. 0.0 mm nel 1989
  2. 0.4 mm nel 2005
  3. 1.0 mm nel 1943 e 1944

Sotto i 5 millimetri caduti quest’anno il 2000 con soli 1,6 mm, il 1983 con soli 2 mm, il 1966 con 3.8 mm, il 1958 con 3.4 mm, il 1931 con 4 mm, ed infine il 1925 con identico accumulo di 5 millimetri.

ANOMALIE TERMICHE DI GENNAIO 2017

Più freddo del normale è risultato il mese di Gennaio 2017, tanto in montagna, quanto al piano e colli. Il mese si chiude con una anomalia termica negativa di -1.2°C. Sempre ad Oropa la temperatura media mensile è stata di -1.4°C (-4.5°C la media delle minime e +2.7°C la media delle massime).

Il valore più basso in assoluto del mese è stato registrato il giorno 4 di Gennaio con -8.3°C. E’ stato però persino più freddo in collina e persino al piano.

A Trivero Pratrivero a 560 m.s.l.m la temperatura minima assoluta è stata di -8.8°C registrata il giorno 7 di Gennaio e poi nuovamente il giorno 16 di Gennaio mentre la giornata più fredda in assoluto è stata il giorno 7 Gennaio con una temperatura media di -5.1°C.
Poco più in basso nel fondovalle triverese a Trivero Ponzone la temperatura minima assoluta è stata di -10.6°C registrata il giorno 16 Gennaio ma sotto i -10°C si è andati anche il giorno 7 di Gennaio con -10.3°C.
Nelle stesse giornate la vicina stazione meteo Arpa di Pray Biellese ha reistrato valori minimi di -10°C ma il record negativo mensile è stato comunque di -12°C. Anche a Trivero Ponzone la giornata più fredda del mese è stato il 7 Gennaio con un valore medio giornaliero di -5.7°C. E’ stato però l’11 di Gennaio che si è avuto l’unico episodio di gelo notturno e diurno con una temperatura massima diurna di -2.4°C ma con una minima notturna contenuta di -3.8°C.Freddo e gelo hanno interessanto anche il resto del Piemonte.

Più in generale il resto del Nord Ovest italiano con il maggior freddo mensile lungo la valle del Tanaro a Castell’Alfero di Asti. -11.7°C si sono registrati il giorno 7 di Gennaio e -11°C anche il giorno 16. Il 7 Gennaio la tempertura minima del territorio è stata registrata al Sassello di Savona a pochi passi dal confine piemontese con -12.6°C.

Ho descritto il gelo del 7 di Gennaio in questo articolo: “Gelo Polare d’altri tempi. -11°C fino al piano”.

LA CLASSIFICA PDF DELLA PIOGGIA CADUTA A GENNAIO 2017

PIOGGIA CADUTA IN PIEMONTE A GENNAIO 2017. Clicca sull’immagine per consultre il file completo in formato pdf

Record di pioggia mensile davvero poco invidiabile con una risicatissimo 47.6 mm caduti all’Alpe Veglia nel Vco. Segue la vicina località Ossolana di Varzo con 31.6 mm per il resto accumuli davvero ridicoli con un solo valore sopra i 20 mm registrato all’Alpe Devero di Baceno con 22.8 mm. Una decina le località con accumulo superiore ai 10 mm per il resto accumuli compresi tra 0 e 10 mm a riprova di un mese davvero molto secco, tutt’altro che nevoso o piovoso.

Nel corso degli ultimi 20 giorni (da oggi 4 Febbraio a metà mese di Gennaio), grazie alle ultime piogge cadute con il ritorno di correnti Atlantiche, si sono avuti accumuli di pioggia appena accettabili.

15.4 mm a Formazza-VB
9.4 mm a Bardonecchia e Cabella Ligure-AL
7.6 mm a Briga Alta-Piaggia-CN
7.2 mm ad Alagna Valsesia-VC e Forzo/Ronco Canavese-TO
6.6 mm a Gressoney la Trinitè-AO
5.2 mm a Balme/Rifugio Gastaldi-TO
4.8 mm a Condove-TO
4.6 mm a Entracque-CN

Tramite questo link puoi consultare o scaricare i dati della pioggia caduta nel mese di Gennaio 2017 nel Piemonte e vicine regioni con Analisi della pioggia caduta e delle temperature medie mensili

 

 

Puoi consultare i dati della pioggia caduta in Piemonte e Nord Ovest italiano con Analisi Pluviometrica e Termica seguendo il ink di seguito:

DOVE E QUANTO E’ PIOVUTO IN PIEMONTE E NORD OVEST ITALIANO/ANALISI CLIMATICA 2016

Per consultare gli anni precedenti clicca qua
VAI IN ARCHIVIO DATI METEO/BANCHE DATI