DOVE E QUANTO È PIOVUTO IN PIEMONTE, LOMBARDIA, VAL D’AOSTA E LIGURIA, E QUANTO CALDO HA FATTO

Trimestre estivo all’insegna della siccità. Alcune buone piogge tra alto Piemonte e Lombardia Nord Occidentale, ma è siccità estrema tra basso Piemonte e Liguria

5ANALISI METEO
PIOGGIA AGOSTO-SETTEMBRE 2017

Non accenna a diminuire la siccità estrema che ormai da mesi e mesi regna sovrana sul Nord Ovest italiano.

Da inizio anno due soli mesi hanno avuto piogge degne di nota. Marzo e Giugno. I rimanenti mesi sono stati all’insegna della siccità, o comunque di piogge di molto al di sotto della media.
I dati registrati dalle stazioni meteo della Rete Pliviometrica Regionale Arpa Piemonte parlano chiaro. Da inizio anno mancano all’appello almeno un migliaio di millimetri di pioggia, anche nelle zone solitamente più piovose. Il deficit arriva a toccare il 40% a Nord del Po, ma si arriva fino all’80% a Sud del Po, soprattutto a ridosso dell’Appennino.

Le provincie di Cuneo, Asti, Alessandria, Pavia e Imperia sono in assoluto le più siccitose con apice della siccità tra Langhe e Roero e, se il mese di Giugno ha concesso qualche temporale in più, con discreti accumuli di pioggia qua e là, i tre mesi estivi per eccellenza, Luglio, Agosto e Settembre, sono stati per lo più privi di precipitazioni degne di nota, se non a fine Agosto quando, tra i bacini idrografici dell’alto Sesia ed alto Ticino, si sono avuti forti temporali con gli unici accumuli di pioggia degni di nota dell’intero periodo.

Da inizio anno, nella provincia di Biella, gli accumuli di pioggia massimi arrivano a sfiorare i 1100 mm nella stazione meteo di Trivero Alpe Camparient, in alta Valsessera, al confine con il comune di Scopello-Alpe di Mera, ed i 1000 mm a Oropa, Trivero Caulera, Pray Biellese e Bielmonte. Se da una parte, mille millimetri di pioggia caduta possono sembrare molti, non ci si faccia ingannare perchè, qua siamo in una delle zone più piovose d’Italia ed il deficit pluviometrico da inizio anno si assesta attorno ai 750/850 mm.

E’ andata un po’ meglio nel Verbano-Cusio-Ossola. Qua i temporali estivi sono stati un po’ più frequenti. Nonostante lo strapotere delle “Bolle d’aria calda africana” (6 durante il periodo estivo) alcune infiltrazioni d’aria Oceanica, leggermente più umida, sono riuscite ad incunearsi nelle vallate delle Alpi Ossolane e lungo il Verbano. Qua si è registrato il deficit pluviometrico più basso dell’intero Nord Ovest italiano con alcuni episodi temporaleschi che hanno riversato al suolo fino a 150 mm di pioggia in un solo evento.

Nel trimestre Luglio/Agosto/Settembre spiccano gli oltre 500 mm di pioggia caduta a Cursolo-Orasso e Cicogna-Cossogno. Più di 400 mm sono poi caduti a Valstrona-Sambughetto, Trarego-Viggiona/Monte Carza, Cannobio e Mergozzo.
Ad Agosto Cursolo-Orasso ha accumulato 235 mm e 225 li ha accumulati Cicogna-Cossogno.
A Settembre è Trarego-Viggiona ad avere il massimo accumulo con 243 mm seguito da Cicogna, Cannobio e Cursolo, tutti sopra i 230 mm.

Piogge discrete, anche se al di sotto della media del periodo, sono cadute anche nella vicina provincia di Varese e Lario. Qua i temporali generatisi sul Vco hanno scaricato discrete piogge sulle Prealpi Lombarde con alcuni episodi di forti rovesci fin sulle alte pianure.

Piogge inferiori alle attese anche in Valsesia. Anche qua come nel Biellese si sono avuti alcuni episodi temporaleschi, risultati però troppo brevi per poter comare i deficit pluviometrici locali. Gli stessi episodi temporaleschi hanno interessato anche la Val d’Aosta Orientale ma su quella Centro-Occidentale le piogge e temporali sono stati persino più rari con siccità di molto al di sopra della media.

Accomunati da una siccità da primato, i settori montani del Canavese, Torinese e Cuneese. Nonostante qua in estate siano frequenti episodi temporaleschi pomeridiani, nel trimestre estivo per eccellenza si sono avute piogge molto contenute o troppo brevi.

Per quanto riguarda il piano, sia Piemontese che Lombardo, la siccità l’ha fatta da padrona. Le bolle calde africane hanno imperato con la loro torrida siccità e, le piogge sono state troppo deboli o troppo brevi per poter anche solo bagnare adeguatamente il suolo. In secca molti torrenti locali. Tra Roero, Langhe, Monferrato ed Appennino, oltre alla bassa Lombarda e Piacentino, le temperature sono state costantemente di almeno 3/5°C al di sopra della media del periodo con frequenti punte fino a 40°C e prevalente assenza di piogge.

Ho descritto in questo articolo “CALDO STORICO, BATTUTI MOLTI RECORD” la pesante ondata di caldo che ai primi di Agosto ha letteralmente infuocato anche il Nord Ovest italiano.

Non è andata meglio in Liguria. Se a Settembre qualche timida pioggia ha finalmente bagnato la Liguria di Levante, su quella di Ponente, piogge e temporali sono risultati persino quasi assenti, tanto lungo le coste, quanto nell’entroterra Appenninico.

In questo articolo “ANOMALIE CLIMATICHE DI LUGLIO 2017” ho descritto le anomalie climatiche, e pubblicato le classifiche della pioggia caduta durante il mese nel Nord Ovest italiano.

L’aggiornamento ultimo sulla pioggia caduta, risaliva poi a metà Agosto 2017 quando ho fatto il punto sulla pioggia (finalmente) caduta su parte del Nord Ovest italiano in questo articolo “PIOGGIA NORDOVEST ITALIANO, META’ AGOSTO 2017”.

Prima dei dati relativi alle piogge cadute tra Agosto e Settembre, un cenno alle anomalie termiche.
L’antica stazione Meteo montana di Biella-Oropa, nel periodo estivo fa segnare una anomalia termica di +0.8°C a Luglio, +2.3°C ad Agosto e -1.0 a Settembre. Luglio in realtà si è chiuso con una anomalia simile ma leggermente più alta nel resto del Nord Ovest, e comprea tra i +1 e +1.5°C. Agosto nel resto del Nordovest ha avuto anomalie termiche positive fino a +3 e persino +3.5°C nella bassa padana. In controtendenza Settembre, risultato essere persino più freddo del normale grazie ad alcune irruzioni autunnali precoci.





Di seguito, nella pagina successiva TUTTI gli accumuli delle stazioni Meteo Arpa Piemonte, divisi per provincie ed i dati relativi a Lombardia e resto del Nord Ovest. CLICCA SU NEXT per continuare la lettura oppure

clicca qua per aprire, contemporaneamente, anche la prossima pagina
Back